Le domande di Bradley Smith agli universitari americani

Le domande di Bradley Smith agli universitari americani

Negli Stati Uniti, Bradley Smith non demorde. Non solo sta approntando una nuova rivista revisionista (Inconvenient History) di cui parleremo prossimamente, ma persegue attivamente la sua campagna informativa nei campus universitari, pubblicando annunci – sui giornali studenteschi – in cui chiede, prove alla mano, “il nome di una sola persona che sia stata gasata ad Auschwitz”. Ecco l’ultima versione del suo annuncio (http://www.codoh.com/forum/viewtopic.php?f=2&t=5560 ):

“DWIGHT D. EISENHOWER pubblicò nel 1948 il suo libro Crusade in Europe. In 559 pagine, il Generale Eisenhower non menziona le camere a gas tedesche nelle quali – così si diceva, e si dice tuttora – milioni di ebrei e di altre vittime vennero sterminati.

PERCHE’ NO?

Sei uno studente? Perché ritieni che Dwight D. Eisenhower, l’uomo che diresse la seconda guerra mondiale contro i tedeschi sul fronte occidentale, il famoso generale che divenne Presidente degli Stati Uniti, abbia scritto una storia di quella guerra e non abbia menzionato le massime WMD [World of Mass Destruction – Armi di Distruzione di Massa] mai conosciute? Pensi forse che la cosa gli sia sfuggita?

Sei un professore? Alla fine della seconda guerra mondiale venne detto che solo ad Auschwitz erano state sterminate quattro milioni di vittime. Tenendo presente che il Generale Eisenhower non menzionò le camere a gas nel suo libro Crusade in Europe, puoi fornire, con le prove, il nome di una persona uccisa ad Auschwitz in una camera a gas? Credi che sia sbagliato, o forse immorale, fare questa domanda? Dimmi il perché. Posso essere contattato all’indirizzo: bradley1930@yahoo.com

Bradley Smith, fondatore del
Comitato per un Dibattito Aperto sull’Olocausto (CODOH)
http://www.codoh.com/

13 Comments
    • Andrea
    • 11 Giugno 2009

    ci sono centinaia di testimonianze dirette. Vergnati a mistificare la realtà.

    Rispondi
    • Anonimo
    • 11 Giugno 2009

    non mi interessano le testimonianze (in)dirette!

    un nome, un nome solo, chiede Bradley…

    un nome, con le prove!

    Rispondi
    • Andrea
    • 11 Giugno 2009

    Sono morti tutti, e sono stati cremati, falsificatore che non sei altro. Chiedi ai Sonderkommando

    Rispondi
    • Anonimo
    • 11 Giugno 2009

    no, chiedo ad Alice nel paese delle menzogniglie … è quella la tua fonte, vero?

    Rispondi
    • Andrea
    • 11 Giugno 2009

    facile fare la storia selezionando solo le fonti a favore di tesi precostituite no?

    Rispondi
  1. "Sonderkommando" :

    mi si può dare una definizione meno sibillina?
    Non capisco.
    Cos'è un "Sonderkommando"?

    Rispondi
    • Anonimo
    • 12 Giugno 2009

    Qual' è la definzione di waa359 ?

    Rispondi
  2. x Anonimo 12 giugno 2009 15.30

    La Sua risposta ( una domanda ) è tipica !

    Rispondi
    • Anonimo
    • 13 Giugno 2009

    Hai ragione.
    Io invece ti do una mano.
    Waa359 è una pistola che era usata dai nazisti. Del tipo di quelle che usavano per le esecuzioni con il colpo alla nuca.
    Non ti vergogni ?

    Rispondi
    • Anonimo
    • 13 Giugno 2009

    vi dico io cosa erano i sonderkommando: erano gli operatori nei campi di concentramento, ossia i kapò.

    ebrei che, secondo gli sterminazionisti, spingevano gli altri ebrei nelle presunte e improbabili c.d. camere a gas.

    ma sappiamo che "can no magna de can" …

    meglio rifarsi ad Alice, più rassicurante, con l'immaginazione si può dire quel che si vuole … e poi la regina di cuori mozza la testa agli obiettori (revisionisti)!

    e poi si hanno ancora, dopo oltre 65 anni, munifici risarcimenti … cosa volete di più?

    M la storia – W la fantasia!

    Rispondi
  3. Anonimo ha detto…

    Hai ragione.
    Io invece ti do una mano.
    Waa359 è una pistola che era usata dai nazisti. Del tipo di quelle che usavano per le esecuzioni con il colpo alla nuca.
    Non ti vergogni ?

    13 giugno 2009 0.23
    @@@

    Risposta sbagliata!
    Non esiste alcuna arma con quella sigla come modello.
    Cerchi meglio su Google!

    Il colpo alla nuca è il tipico sistema di assassinio del giudeo-bolscevismo (trattino d' unione per riprendere le fantasie olosterminazioniste-funzionaliste riguardo gli "Einsatzgruppen" e i loro compiti di hilberg raul,ebreo).

    Rispondi
  4. Quella è una pistola marca Walther,
    modello "Polizei Pistole",Kal. 7,65 Browing, prodotta a Zella Mehlis , intorno al 1939,seconda variante ,sicura a 60°, prodotta per il mercato militare .

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Jacob Cohen ebreo revisionista

MAROCCO: JACOB COHEN EX COMPAGNO DI STRADA DI A. SORAL CADE NEL NEGAZIONISMO[1] A metà gennaio davanti al "Lawyer's club" di Rabat Jacob Cohen ha relativizzato il numero dei “6 milioni di ...

Read More
Sponsor