Gerd Honsik ribadisce: a Mauthausen e Dachau niente camere a gas!

Gerd Honsik ribadisce: a Mauthausen e Dachau niente camere a gas!

NEGAZIONISTA AUSTRIACO RIBADISCE LA PROPRIA TESI

21 Luglio 2010

AFP[1]

Il negazionista dell’Olocausto, già condannato, Gerd Honsik ha ribadito martedì davanti ad un tribunale austriaco che in Germania durante la Seconda guerra mondiale non vi furono camere a gas.

“Lo ribadisco: non vi fu nemmeno una camera a gas in tutta l’area della Grande Germania[2]”, ha detto Honsik al tribunale di Vienna.

“Qui finisce la menzogna vecchia di 65 anni sulle camere a gas di Mauthausen e di Dachau”, ha detto, riferendosi ai due campi di concentramento dell’Austria settentrionale e della Germania meridionale.

“Sono perseguitato – come Nelson Mandela – da 25 anni”, ha aggiunto.

Honsik, 68 anni, si trovava in tribunale perché i pubblici ministeri avevano presentato appello contro la decisione, di qualche mese fa, di ridurre la sua condanna al carcere da cinque a quattro anni.

Dopo che l’udienza di martedì è degenerata in una gara di urla tra i pubblici ministeri, il giudice e la difesa, l’appello è stato aggiornato al 9 Settembre.

Honsik era stato condannato nell’Aprile del 2009 per aver negato l’Olocausto e l’esistenza delle camere a gas in un certo numero di pubblicazioni tra il 1987 e il 2003.

Scontò già quattro anni di prigione negli anni ’60 per la stessa accusa e venne nuovamente condannato a un anno e mezzo nel 1992 in seguito alla pubblicazione del suo libro Freispruch fuer Hitler? (Assoluzione per Hitler?).

Ma fuggì in Spagna, dove è rimasto per 15 anni – e dove ha continuato a pubblicare – prima di essere estradato in Austria nel 2007.

Le accuse più recenti contro di lui si riferiscono alla sua rivista Halt (Stop) e ai due libri Schelm und Scheusal (Canaglia e Mostro)[3] e Der Juden Dritte Reich (Il Terzo Reich degli Ebrei), pubblicati tra il 1987 e il 2003.

Nel Marzo di quest’anno, una corte d’appello austriaca ha deciso che l’ultima sentenza di cinque anni era “troppo” e l’ha ridotta a quattro anni.
[1] Agence France Presse. Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo:
http://news.smh.com.au/breaking-news-world/austria-holocaust-denier-stands-by-claim-20100721-10jq6.html
[2] http://it.wikipedia.org/wiki/Gro%C3%9Fdeutschland
[3] Si tratta della biografia non autorizzata di Simon Wiesenthal, la cui versione in inglese è disponibile qui: http://radioislam.org/historia/honsik/honsik.htm

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Jacob Cohen ebreo revisionista

MAROCCO: JACOB COHEN EX COMPAGNO DI STRADA DI A. SORAL CADE NEL NEGAZIONISMO[1] A metà gennaio davanti al "Lawyer's club" di Rabat Jacob Cohen ha relativizzato il numero dei “6 milioni di ...

Read More
Sponsor