COMUNICATO di Carlo Mattogno, Jurgen Graf e Thomas Kues

                                                                                                          12 marzo 2012

COMUNICATO

di Carlo Mattogno, Jürgen Graf,
Thomas Kues

Alla fine di dicembre del 2011
abbiamo ricevuto un lungo testo intitolato Holocaust
Denial and Operation Reinhard. A Critique of the Falsehoods of Mattogno, Graf
and Kues
. Gli autori sono Jonathan Harrison, Roberto Muehlenkamp, Jason
Myers, Sergey Romanov e Nicholas Terry. Oggetto della loro critica sono i
seguenti tre libri:

Mattogno, Carlo, Jürgen Graf, Treblinka: Extermination Camp or Transit
Camp?
, Theses & Dissertation Press, Chicago 2004.

Mattogno, Carlo, Belzec in Propaganda, Testimonies,
Archeological Research and History
, Theses & Dissertation Press,
Chicago 2004.

Graf, Jürgen, Thomas Kues, Carlo
Mattogno, Sobibor. Holocaust Propaganda
and Reality
, The Barnes Review, Washington 2010.

È evidente che non potevamo
permetterci di ignorare una tale sfida, perché ciò sarebbe equivalso a una
resa. All’inizio pensavamo di accontentarci di una risposta sommaria, indicando
le fallacie e le idiozie più evidenti negli argomenti dei nostri oppositori, ma
poi abbiamo deciso di usare il „metodo del rullo compressore“, discutendo e
confutando tutti i maggiori argomenti addotti dai nostri cinque avversari nel
loro saggio.

Ciò significa che la nostra
risposta sarà estremamente lunga (diverse centinaia di pagine). La maggior
parte della nostra confutazione sarà scritta da Carlo Mattogno. Ciò è
inevitabile perché Mattogno, essendo il più prolifico di noi, costituisce
il  principale obiettivo dei nostri
avversari. Giacché il contributo di Mattogno deve essere tradotto dall’italiano
in inglese, già questo ritarderà inevitabilmente la pubblicazione della nostra
risposta, senza considerare il fatto che noi tre dovremo coordinare i nostri
testi al fine di ridurre al minimo le inevitabili ripetizioni.

Qualora Caroline Sturdy Colls
dovesse pubblicare il suo saggio sulle sue ricerche archeologiche a Treblinka
prima che avremo finito la nostra confutazione, Thomas Kues  includerà un’analisi dei risultati di esso nel
suo capitolo sugli scavi a Belzec e a Sobibor.

Per le ragioni summenzionate,
la nostra risposta non sarà probabilmente pronta prima di luglio o agosto. Con
molto rammarico da parte nostra, ciò ritarderà l’inizio del nostro studio sugli
Einsatzgruppen. D’altra parte, dopo
la pubblicazione della nostra risposta, non avremo più il minimo obbligo di
prestare ancora attenzione a qualunque cosa i signori Harrison, Mühlenkamp,
Myers, Romanov and Terry potranno pubblicare in futuro.

                                              Carlo
Mattogno, Jürgen Graf, Thomas Kues. 
                           

TESTO ORIGINALE:
                                                                                     12 March, 2012

Communiqué

by Carlo Mattogno, Jürgen Graf, and Thomas Kues 

In late December 2011, we
received a long text entitled Holocaust
Denial and Operation Reinhard. A Critique of the Falsehoods of Mattogno, Graf
and Kues
. The authors are  Jonathan
Harrison, Roberto Muehlenkamp, Jason Myers, Sergey Romanov and Nicholas Terry.
The object of their critique are the following three books:

–         
Mattogno, Carlo, Jürgen Graf, Treblinka: Extermination Camp or Transit
Camp?
, Theses & Dissertation Press, Chicago 2004.

–         
Mattogno, Carlo, Belzec in Propaganda, Testimonies, Archeological Research and History,
Theses & Dissertation Press, Chicago 2004.

–         
Graf, Jürgen, Thomas Kues and Carlo
Mattogno, Sobibor. Holocaust Propaganda
and Reality
, The Barnes Review, Washington 2010.

It stands to
reason that we could not afford to ignore such a challenge because this would
have been tantamount to surrender. Initially we considered contenting ourselves
with a summary reply, pointing out the most glaring fallacies and idiocies in
the arguments of our opponents, but we then decided to use the „steam roller
method“ instead, discussing and refuting all major arguments our five
adversaries adduce in their paper.

This means that
our response will be extremely long (several hundreds of pages). The bulk of
our rebuttal will be written by Carlo Mattogno. This is inevitable because
Mattogno, being the most prolific of us, is the main target of our adversaries’
attacks. Since Mattogno’s part will have to be translated from Italian into
English, this alone will inevitably delay the publication of our reply, not to
mention the fact that the three of us will have to coordinate our texts in
order to reduce the inevitable repetitions to a minimum.

Should Caroline
Sturdy Colls publish her paper about her archeological research at Treblinka
before we have finished our rebuttal, Thomas Kues will include an analysis of
her results in his chapter on the excavations at Belzec and Sobibor.

For the aforementioned
reasons, our response will probably not be ready before July or August. Much to
our regret, this delays the beginning of our study upon the Einsatzgruppen. On the other hand, after
the publication of our reply we will not have the slightest obligation to pay
any further attention to anything MM. Harrison, Mühlenkamp, Myers, Romanov and
Terry might publish in the future.

                             Carlo Mattogno,
Jürgen Graf, Thomas Kues                          

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Pierre Marais ci ha lasciati

PIERRE MARAIS CI HA LASCIATI Il revisionismo storico ha perso uno dei suoi precursori: Pierre Marais è deceduto durante il sonno nella notte dal 19 al 20 settembre scorso. Nato il 3 ...

Read More
Sponsor