Alba Dorata/Golden Dawn, “false friend” del revisionismo

Alba Dorata/Golden Dawn, “false friend” del revisionismo

Bandiera della Golden Dawn greca

Un post breve per segnalare un fatto grave: le presunte
dichiarazioni revisioniste di Chrisy Avhgì (Alba Dorata), il
partito greco neofascista omonimo (e l’omonimia non mi sembra certo casuale) della
Golden Dawn
(in inglese, Alba Dorata, appunto), la
massoneria occultista anglosassone le cui cerchie più interne  (a detta di studiosi di oggi, come Paolo
Franceschetti, ma anche di studiosi del passato, come Mons. Benigni e Mons.
Jouin) sono dedite agli omicidi rituali.

Qui potete trovare il video con le dichiarazioni del leader
del partito, Nikos Michaloliakos, in
cui afferma, testualmente, che i forni crematori di Auschwitz sono “una
menzogna”:

Ho fatto controllare la traduzione in inglese da un amico
che conosce il greco moderno, e mi ha confermato che la traduzione è corretta.
Nikos Michaloliakos (al centro)
Ora, affermare che i forni di Auschwitz sono una menzogna,
significa insultare non i “sopravvissuti della Shoah” ma, innanzitutto, uno
studioso revisionista come Carlo Mattogno che allo studio scientifico dei forni di Auschwitz ha dedicato buona parte della
propria vita: https://www.andreacarancini.it/2012/03/pubblicato-lopus-magnum-di-carlo/

Mi sembra evidente che la negazione dei forni (e non, dal
punto di vista del revisionismo genuino, delle camere a gas omicide) costituisca il primo termine di
un sillogismo perverso …

La seconda parte del sillogismo l’abbiamo vista qualche
giorno dopo:
Alba Dorata picchia le donne …
Conclusione inevitabile, da parte dell’opinione pubblica: i revisionisti picchiano le donne!!

È chiaro che questo tipo di comportamenti costituisce il
volano ideale per petizioni come quella apparsa sul Guardian alla fine del maggio scorso, e firmata, tra gli altri, da Elie Wiesel e BernardHenri Lévy, che associa il revisionismo non solo al neofascismo ma,
addirittura, alla “violenza sui migranti” e alle “minacce contro i giornalisti”!
Bernard-Henri Lévy (a sinistra) con Wiesel
Ecco, secondo me queste sono tipiche operazioni di
provocazione/intossicazione gestite da servizi (non solo greci); non
dimentichiamo gli articoli dedicati da Carolyn Yeager a Elie Wiesel quale agente del Mossad:

E allora, per cortesia, stiamo in guardia non solo contro i
nemici dichiarati del revisionismo ma anche, soprattutto, contro i false friends (i finti amici) del
medesimo, a cominciare dai nazi-provocatori di Alba Dorata!

Emblema della Golden Dawn anglosassone
3 Comments
    • Kontrapoder
    • 2 Luglio 2012

    (Lo siento, escribo en español, no sé italiano..)

    Estimado Andrea:

    Aquí puede ver algunos datos interesantes de Alba Dorata:

    http://hispanismo.org/europa/637-solicito-informacion-sobre-partido-griego-golden-dawn-amanecer-dorado-3.html#post101928

    Uno de sus dirigentes se hizo fotos en Dachau, posando sonriente.

    Golden Dawn = Nazi-hollywod

    Rispondi
  1. molte grazie dell'interessante ragguaglio 🙂

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Jacob Cohen ebreo revisionista

MAROCCO: JACOB COHEN EX COMPAGNO DI STRADA DI A. SORAL CADE NEL NEGAZIONISMO[1] A metà gennaio davanti al "Lawyer's club" di Rabat Jacob Cohen ha relativizzato il numero dei “6 milioni di ...

Read More
Sponsor