L’enigma del berretto frigio dell’iniziato

L’enigma del berretto frigio dell’iniziato

L’ENIGMA DEL BERRETTO FRIGIO DELL’INIZIATO
Di Michael Hoffman, 10 marzo 2011[1]
Non capita spesso di questi tempi di vedere il berretto frigio rosso dell’iniziato indossato da una persona importante, in questo caso da un eroe della Resistenza Francese: Stéphane Hessel.
Il berretto frigio era indossato dagli insorti della massonica Rivoluzione Francese, nel diciottesimo secolo. Le sue antiche radici nel costume rituale occulto vengono raramente menzionate.
Quelli che hanno letto il mio libro Secret Societies and Psychological Warfare [Società segrete e guerra psicologica] conoscono il mio interesse a individuare la “magia” rituale pubblica e civile, che, insieme al Linguaggio Oscuro, costituisce uno strumento principe della Criptocrazia per la manipolazione recondita dell’umanità.
Il berretto frigio è alla radice di alcuni dei più singolari e sacri copricapi cerimoniali dell’occidente.
Il dio Mitra indossava un berretto frigio rosso. Nel secondo volume della sua fondamentale opera The Rosicrucians: Their Rites and Mysteries [I Rosacroce: i loro riti e i loro misteri] (1870), Hargrave Jennings optava, in quanto classico berretto del dio Mitra, per l’origine comune del Berretto Frigio; per essere, tale Berretto Frigio o Mitraico, l’origine della mitra sacerdotale di tutte le fedi. Il berretto frigio veniva indossato dal sacerdote durante il sacrificio. Se era indossato da un maschio, aveva la sua cresta, o punta, sporgente in avanti.

Jennings ci informa che il Berretto Frigio è una foggia antiquaria estremamente occulta; viene dalla più remota antichità. Viene mostrato sul capo della figura sacrificante nella famosa scultura chiamata il “Sacrificio Mitraico” del British Museum a Londra.

Quando un Berretto Frigio, o Berretto Simboleggiante, è di colore rosso sangue, simboleggia la cappella o punta del fallo, sia del fallo umano che di quello simbolico. Ha le sue origini nel rito della circoncisione; è un emblema del rito della circoncisione, e rappresenta il lembo [prepuzio] asportato del fallo come un trofeo o berretto della “libertà” sul capo del membro della società segreta, o babbeo.        
Il Berretto Frigio sta come segno del sacrificio. Il sacrificatore, nel gruppo scultoreo del “Sacrificio mitraico”, tra i marmi del British Museum, ha un Berretto Frigio sul capo. Egli esegue l’atto di colpire il toro con un pugnale, che è l’ufficio del sacerdote immolante.
Il doge Leonardo Loredan

Il bonnet conique [berretto conico] è la mitra del Doge di Venezia. Cinteotl, un dio messicano del sacrificio, indossa un tale berretto ricavato dalla pelle della coscia di una vergine sacrificata. Quest’acconciatura è modellata come la cresta di un gallo. Anche il berretto Scotch Glengarry, quando si osserva con attenzione, sembra essere “incazzato”.

Oltre al “bonnet rouge”, la mitra papale e altre mitre e copricapi conici derivano il loro nome dai termini “Mitradico”, o “Mitraico”, e l’origine dell’intera classe di nomi è Mitra, o Mithra.
Qual è la soluzione del moderno enigma del Berretto Frigio?
Le “tricoteuses” col berretto frigio

È questa: quando il “berretto della libertà”, il berretto frigio dell’iniziato, sollevava il suo prepuzio reciso nella Francia rivoluzionaria, quando coloro che lo portavano si scappellavano simultaneamente, verso gli sguaiati urrà della folla parigina, le teste umane venivano tagliate dalla ghigliottina.

Forse, non è un gran che come enigma: è piuttosto una beffa confidenziale.   

[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://revisionistreview.blogspot.com/2011/03/riddle-of-phrygian-cap-of-initiate.html
One Comment
    • Anonimo
    • 3 dicembre 2014

    Bella delucidazione, grazie Andrea!
    Mio padre Alfredo proprio adesso mi sta confezionando il berretto frigio. Lo indosserò per fare i dialoghi di Tele Rivoluzione (la trovate su facebook), filmati dall'insostituibile Michele Raho. Viva la Rivoluzione incazzata! Andrea D'Emilio, Pescara andreademilio2012@yahoo.it

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts
Sponsor