Libia: disinformazione e balle spaziali

Libia: disinformazione e balle spaziali

A proposito delle vicende attualmente in corso in Libia, faccio mia la considerazione espressa ieri su Facebook dalla bravissima Debora Billi, autrice del blog Petrolio[1]: “[Debora Billi] conclude che è impossibile scrivere (e capire) della Libia. Fra le balle spaziali che circolano e la disinformazione da destra e da manca, non esiste una sola fonte attendibile”.

Segnalo, sullo stesso argomento (e sempre da Debora Billi) il seguente intervento: Libia, le fosse comuni. Non ho parole[2], sulle presunte fosse comuni del (presunto, per ora) genocida Gheddafi. L’argomento delle fosse comuni è un classico della disinformazione imperialista e ci ricorda quanto a suo tempo venne fuori sul Kosovo[3].
Sempre su Gheddafi, si segnala, per equilibrio e moderazione, il seguente articolo della IRAN ITALIA RADIO: Libia, la cosa più importante che il popolo deve sapere[4] e, in particolare, la conclusione:
Il popolo libico deve capire che insorgere contro Gheddafi è giusto ma deve pure sapere che ci sono lì fuori 10 mila avvoltoi pronti ad abbattersi sull’esito della loro rivoluzione e a mangiarsela, cioè a veicolarla secondo i propri interessi. Questa è la cosa più importante che il popolo deve capire.
Dal che si può arguire che l’Iran è sì una repubblica islamica, ma non islamofascista, come vorrebbero dare ad intendere i numerosissimi nemici del Presidente Ahmadinejad.
Stay tuned…
3 Comments
    • cesare
    • 25 Febbraio 2011

    "presunte fosse comuni del (presunto, per ora) genocida Gheddafi"

    a distanza di due giorni pensa ancora che sia presunto?

    Rispondi
  1. sì, si guardi su un vocabolario il significato del termine "genocidio".

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Jacob Cohen ebreo revisionista

MAROCCO: JACOB COHEN EX COMPAGNO DI STRADA DI A. SORAL CADE NEL NEGAZIONISMO[1] A metà gennaio davanti al "Lawyer's club" di Rabat Jacob Cohen ha relativizzato il numero dei “6 milioni di ...

Read More
Sponsor