Israele: uno dei paesi più corrotti del mondo occidentale

Israele: uno dei paesi più corrotti del mondo occidentale

ISRAELE FIGURA TRA I PAESI PIÙ CORROTTI DEL MONDO OCCIDENTALE[1]
Con un punteggio di 6.1 su 10, Israele si trova al 22° posto sui 33 che sono membri dell’OECD[2]; nel frattempo, gli Stati Uniti escono dai 20 paesi meno corrotti.
Di Lior Dattel e Reuters
Israele figura tra i paesi più corrotti del mondo occidentale, secondo uno studio pubblicato martedì dall’International Transparency Organization.
Su 178 paesi – il primo è il meno corrotto – Israele è stato posizionato al numero 30. Ma paragonato ad altri stati membri dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, Israele va molto peggio.
I paesi classificati come meno corrotti sono la Danimarca, la Nuova Zelanda e Singapore.
Israele ha ricevuto un punteggio di 6.1 su 10 nel Corruption Perceptions Index (CPI), che classifica i paesi in base alla percezione della corruzione nel settore pubblico.
Tale punteggio colloca Israele al 22° posto sui 33 membri dell’OECD.
Nel maggio 2010, l’OECD ha votato all’unanimità in favore dell’accettazione di Israele come membro del gruppo. Tuttavia, Israele è il membro più scadente dell’organizzazione, con i più ampi divari sociali.
Il punteggio CPI di Israele non è migliorato in modo significativo dal 2007. Nel 1997, Israele ricevette un punteggio relativamente alto di 7.9 che lo classificò al n°15 del mondo, ma da allora è molto peggiorato.
Eppure, Trasparency International valuta Bhutan, Cile, Ecuador, Macedonia, Gambia, Haiti, Giamaica, Kuwait e Qatar come stati dove negli anni scorsi sono stati fatti progressi.
“Al contrario di Israele, altri paesi stanno migliorando, è questo è un problema”, ha detto martedì il direttore generale di Trasparency International Israel, Galia Sagi.
“Anche se la corruzione viene dibattuta e condannata, i politici non fanno abbastanza per affrontarla. Se la classe dirigente non farà di questa questione una priorità, non cambierà nulla”, ha detto Sagi.
Gli Stati Uniti, nel frattempo, sono usciti dai “top 20”in una classifica globale della nazioni meno corrotte, macchiati dagli scandali finanziari e dall’influenza del denaro nella politica.
Gli Stati Uniti sono scesi al 22° posto, dal 19° dell’anno scorso, con il suo punteggio CPI calato a 7.1 da 7.5. Si tratta del punteggio più basso conseguito dagli Stati Uniti nei 15 anni di storia dell’indice ed è anche la prima volta che esce dai top 20.

[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://www.haaretz.com/news/national/israel-ranks-among-western-world-s-most-corrupt-countries-1.321251
[2] Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico: http://it.wikipedia.org/wiki/Organizzazione_per_la_Cooperazione_e_lo_Sviluppo_Economico

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Jacob Cohen ebreo revisionista

MAROCCO: JACOB COHEN EX COMPAGNO DI STRADA DI A. SORAL CADE NEL NEGAZIONISMO[1] A metà gennaio davanti al "Lawyer's club" di Rabat Jacob Cohen ha relativizzato il numero dei “6 milioni di ...

Read More
Sponsor