Un avvocato marocchino chiede ad un sionista di lasciare il Marocco

Un avvocato marocchino chiede ad un sionista di lasciare il Marocco

Il 23 Novembre avevamo saputo che una ventina d’insegnanti marocchini avevano partecipato, a Gerusalemme, ad un seminario sull’insegnamento della Shoah. Il 16 Febbraio, si leggeva sul sito yabiladi (http://www.yabiladi.com/article-politique-1936.html ):

“Doveva essere una conferenza per una buona causa: la liberazione dell’Iraq e della Palestina. Una conferenza organizzata lo scorso 16 Febbraio dal Gruppo di Studio Nazionale per il sostegno a questi due paesi. Ma l’incontro ha preso una brutta piega quando il coordinatore dell’associazione, Khalid Soufiani, soprannominato l’avvocato delle cause perse e conosciuto per i suoi discorsi antiamericani, ha chiesto – con grande naturalezza – ad André Azoulay [foto], marocchino di religione ebraica, di lasciare il proprio paese. Il Consigliere del Re aveva proposto che l’Olocausto venisse insegnato nelle università marocchine. Una conferenza che ha, ancora una volta, messo pubblicamente in luce le differenze tra i due uomini”. (…)
FINE

L’affare ha avuto una certa risonanza. Il 6 Marzo, il sito (pro-israeliano, secondo alcuni) drzz.info, in un lungo e velenoso articolo (http://www.leblogdrzz.over-blog.com/article-un-arabo-integriste-appel-azoulay-a-quitter-son-propre-pays-46107768-comments.html ) – pieno di refusi – lancia un appello agli “intellettuali” affinché condannino Khalid Soufiani :

Un arabo integralista chiede ad Azoulay di lasciare il proprio paese
(…)

“Gli intelletuali illuminati (e non solamente marocchini) sono oggi chiamati a condannare con la più grande fermezza le affermazioni di Khalid Soufiani, che ha chiesto al suo compatriota ebreo marocchino di lasciare il proprio paese. Insegnare l’Olocausto nelle università è stata una scelta civile del sovrano marocchino. Ricordiamo qui che Sua Maestà il Re Maometto VI, comandante dei credenti, incoraggia il suo popolo ad istruirsi sulla Shoah.

“Sotto l’egida del capo supremo e comandante dei credenti, il Marocco è il primo paese arabo che ha deciso di inserire l’Olocausto nei programmi scolastici, dato che fa parte integrante della storia della seconda guerra mondiale.

“Il Re del Marocco ha descritto lo sterminio degli ebrei da parte dei nazisti come “uno dei capitoli più tragici della storia moderna”. In un discorso, tenuto a Parigi nel Marzo del 2009, in occasione del lancio del Progetto Aladino, il Re ha detto che l’Olocausto era “l’eredità universale dell’umanità””. (…)
FINE

Dall’articolo suddetto abbiamo appreso anche che Soufiani è uno dei tre avvocati marocchini che a suo tempo hanno avuto il coraggio di denunciare l’ex Ministro degli Esteri israeliano Tzipi Livni per crimini di guerra (relativamente all’operazione “Piombo Fuso” a Gaza).
One Comment
  1. se questi sionisti potessero anche andare via dalla Francia ! E l'invasione qui ! Radio, Tivù, Giornali, politica, banche …sotto controllo !

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

Jacob Cohen ebreo revisionista

MAROCCO: JACOB COHEN EX COMPAGNO DI STRADA DI A. SORAL CADE NEL NEGAZIONISMO[1] A metà gennaio davanti al "Lawyer's club" di Rabat Jacob Cohen ha relativizzato il numero dei “6 milioni di ...

Read More
Sponsor