Germania: vietata l’esposizione della lettera “Z”, simbolo della guerra della Russia contro l’Ucraina

STATI TEDESCHI VIETANO L’ESPOSIZIONE DELLA LETTERA “Z”, SIMBOLO DELLA GUERRA DELLA RUSSIA IN UCRAINA

Di Rachel Treisman, 28 marzo 2022

Due stati tedeschi hanno vietato l’esposizione pubblica della lettera “Z”, che è diventata un sinonimo del sostegno alla guerra della Russia in Ucraina.

Le autorità della Baviera e della Bassa Sassonia hanno detto nel corso dell’ultimo fine settimana che chiunque esponga tale simbolo in dimostrazioni pubbliche o lo dipinga su auto o su edifici potrebbe essere multato o ricevere una condanna fino a tre anni di prigione, riferisce il sito di lingua inglese The Local. E un portavoce del Ministero dell’Interno ha detto ai giornalisti lunedì che le persone in tutto il territorio tedesco che esponessero la lettera come segno di approvazione per l’aggressione della Russia potrebbero essere passibili di incriminazione.

“La guerra russa di aggressione all’Ucraina è un atto criminale, e chiunque approva pubblicamente questa guerra di aggressione può anche rendersi passibile di incriminazione”, ha detto il portavoce in una conferenza stampa, secondo la Reuters.

La lettera “Z” – che fa parte dell’alfabeto latino ma non del cirillico utilizzato in Russia – era apparsa dapprima su carri armati e altri veicoli militari ammassati vicino al confine della Russia con l’Ucraina, forse come un modo per distinguerli dalle forze ucraine.

Dopo che l’invasione è iniziata, era difficile non notare la “Z”. È stata condivisa sui social media ed è comparsa in tutta la Russia sui tabelloni pubblicitari e come adesivo. Anche fuori del paese, il simbolo è apparso sui vestiti.

Le sue origini possono essere misteriose, come NPR ha riferito, ma il suo simbolismo è chiaro: essa rappresenta il sostegno alla guerra della Russia in Ucraina, sia in patria che all’estero.

Il paragrafo 140 del codice penale tedesco considera l’”incitamento al crimine di aggressione” come reato, secondo l’agenzia di informazioni statale ucraina Ukrinform. The Local riferisce che vi sono state esposizioni della “Z” sia nella Bassa Sassonia che nella Baviera.

Nell’annunciare la decisione, il Ministro della Giustizia bavarese Georg Eisenreich ha detto che la libertà di pensiero “finisce dove inizia il diritto penale”.

“L’Ufficio bavarese della Pubblica Accusa sta prendendo misure concrete contro le persone che approvano pubblicamente la guerra di aggressione che viola il diritto internazionale”, ha detto, secondo Ukrinform. “Il Presidente russo Putin ha scatenato una criminale guerra di aggressione che sta infliggendo terribili sofferenze al popolo ucraino, e quindi il sistema giudiziario bavarese vigila con attenzione”.

https://www.npr.org/2022/03/28/1089229499/german-states-outlaw-z?t=1648650957310

Commento di Andrea Carancini:

La Germania ha una lunga tradizione nella repressione dei reati di opinione. In Germania, i pensieri non sono liberi. Dire, come ha fatto il Ministro della Giustizia bavarese, che “la libertà di pensiero finisce dove inizia il diritto penale” è un’affermazione totalmente illiberale, oltre che moralmente spregevole. E allora, in che cosa un paese come la Germania sarebbe più democratica della Russia di Putin?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Posts

In Ucraina è accaduto anche questo

Da Viviana Marchesca delle Rose ricevo – via Facebook – e pubblico:  Ringrazio tutti per gli auguri ricevuti per il mio compleanno. Avrei voluto esser spensierata, per qualche momento almeno e festeggiare ...

Read More
Sponsor